I Dinamitardi

I dinamitardi - la storia, la vita e le opere di dieci Premi Nobel che rivoluzionarono la scienza alla fine della Belle Époque.

https://airi.podbean.com

subscribe
share



 

episode 4: I Dinamitardi - Trailer


ZANG TUMB TUMB con queste parole esplosive, militaresche, composte durante la Battaglia di Adrianopoli, Filippo Tommaso Marinetti metteva simbolicamente fine alla Belle Epoque. La Belle Epoque, quel periodo della storia moderna che va dal 1871 al 1914, viene solitamente considerata come un’epoca d’oro, un tempo di pace e prosperità, l’apice della civiltà europea prima della catastrofe della Grande Guerra. Come tutti i ricordi velati di nostalgia, quest’idea della Belle Epoque è illusoria: la pace tra le nazioni era venata da continue tensioni e dispute internazionali; i due paesi “ultimi arrivati” sulla scena europea, Italia e Germania, sgomitavano per prendere il posto al tavolo delle potenze imperiali già stabilite, Inghilterra, Francia e Russia; i capi di stato maggiore si impegnavano alla corsa verso nuovi e più devastanti armamenti, frutto delle nuove scoperte scientifiche. Protagonista di questa corsa fu una famiglia di industriali svedesi, di cui sentiremo molto parlare in seguito... Se nelle alte sfera della politica regnava la tensione, il popolo non stava a guardare: il socialismo e l’anarchia promettevano alla nuova classe sociale dei proletari urbani un futuro radioso di fratellanza e prosperità per tutti. Un futuro che però poteva arrivare solo attraverso la presa violenta del potere; giovani uomini senza nessuna speranza decisero di immolarsi per l’Idea Anarchica; decine di attentati terroristici per colpire importanti figure di stato, che spesso coinvolsero innocenti passanti. Agli attentati seguì una repressione poliziesca dura, spietata ma anche ampiamente sproporzionata. In questo clima non propriamente idilliaco, anche il mondo della scienza era in crisi: le nuove scoperte del XIX secolo avevano spinto la scienza classica, deterministica, ai suoi limiti concettuali. Fenomeni come l’esistenza di sostanze radioattive, e di nuove forme di energia ad esse collegate, non potevano essere spiegati con le teorie scientifiche classiche. Occorreva modificare radicalmente la "vecchia visione" per poter illustrare il mondo presente. Questo podcast, intitolato “i dinamitardi”, vuole rendere omaggio a 10 scienziati della generazione della Belle Epoque, 10 Premi Nobel che fecero “brillare” la scienza del tempo, spianarono montagne concettuali ritenute invalicabili, ed aprirono un varco verso la scienza contemporanea. Bibliografia Barbara W. Tuchman, “The Proud Tower: A Portrait of the World Before the War, 1890-1914” Ringraziamo Gianmaria Aprile - Luminance Ratio per la colonna sonora.


share





 2019-04-06  4m